Ultimo aggiornamento il 8 novembre 2019 da Freddy GC

Per provare il valore di SEO, devi misurare le prestazioni perché solo allora sapresti cosa funziona e cosa non funziona in modo da poter apportare miglioramenti.

Devi essere consapevole delle metriche che puntano alle prestazioni e degli strumenti indispensabili per misurarle, e l'unico modo per farlo è dipendere da alcuni strumenti analitici come Google Analytics.

Qualsiasi agenzia di marketing digitale monitorava tutto, dalle conversioni e le classifiche al collegamento perso e molto altro per capire il livello di prestazioni e il suo valore.

Il monitoraggio delle prestazioni aiuta a identificare i parametri chiave che necessitano di miglioramento, e l'esercizio lo è fondamentale per il tuo successo SEO.

È possibile utilizzare uno qualsiasi degli strumenti analitici disponibili per generare report di facile lettura per il controllo delle metriche delle prestazioni.

Google Analytics e Google Search Console sono le due utility più utili per raccogliere informazioni sulle metriche e gli strumenti sono gratuiti.

Il più grande vantaggio di Analytics è che puoi ottenere una visione straordinaria della SEO e del marketing per identificare le opportunità che si prospettano per ottimizzare le prestazioni della campagna SEO.

Molte delle intuizioni che raccogli sono utilizzabili come quelle discusse qui che, se applicate correttamente, miglioreranno sicuramente le tue prestazioni SEO.

Traffico organico

Il traffico generato dalla pagina dei risultati di ricerca è traffico organico, che è gratuito ed è l'essenza del SEO. Le parole chiave aiutano a classificare il tuo sito per le ricerche nella tua nicchia.

Conoscendo la quantità di traffico che raggiunge il tuo sito web tramite il percorso organico, è possibile capire come funziona la tua strategia SEO. Puoi misurare il traffico in base alla posizione o alla pagina di destinazione.

Traffico per pagina di destinazione

Misurare il traffico senza confini geografici aiuta a monitorare il traffico organico complessivo che fluisce verso il sito web ed è la somma del traffico che raggiunge le pagine di destinazione. Aiuta a capire il miglioramento necessario.

Vieni a sapere quali pagine vengono visualizzate nella prima pagina dei risultati di ricerca e quali pagine appaiono più indietro in modo da poter indirizzare i tuoi sforzi SEO di conseguenza per apportare miglioramenti.

Traffico per località

Ancora una volta, se stai utilizzando diverse strategie SEO per pagine diverse, mostra quali strategie funzionano e quali no. Se desideri scegliere come target località geografiche specifiche, puoi analizzare il traffico generato da regioni specifiche.

Tasso di conversione

Misurare il traffico organico non ti dice i risultati che ottieni dalle visite. Significa che il flusso di traffico non indica le conversioni e per conoscerlo è necessario analizzare metriche specifiche che puntano al tasso di conversione.

Proprio come il monitoraggio del traffico, puoi monitorare il tasso di conversione complessivo per il traffico organico. Fornisce l'immagine del tipo di appello che hai sulle persone che visitano il tuo sito Web facendo clic sul collegamento nei risultati di ricerca.

Tuttavia, ti piacerebbe approfondire per capire in che modo i vari segmenti contribuiscono alle conversioni e i fattori che le incidono.

  • Pagina di destinazione saggia - Puoi misurare il tasso di conversione dalla pagina di destinazione perché la maggior parte delle conversioni avviene lì. Se il tasso di conversione di una pagina è superiore a un altro, la pagina a basso rendimento non è efficace e necessita di miglioramenti.

 

  • Posizione saggio - Concentrandoti sul tasso di conversione in base alla località, puoi capire quel modello di conversioni da varie località geografiche. Se la risposta da alcune località è migliore di altre, è necessario riformulare la strategia per rendere il messaggio di marketing più efficace per quelle località.

 

  • Per dispositivo - È anche possibile misurare il tasso di conversione da un dispositivo che mostra chiaramente l'impatto degli utenti di dispositivi mobili sul tasso di conversione rispetto agli utenti desktop. Qualsiasi debolezza rilevata è soggetta a miglioramento.

 

  • Tramite browser - Allo stesso modo, puoi misurare il tasso di conversione da vari browser utilizzati dagli utenti e se trovi che il tasso di conversione è scarso per il traffico proveniente da alcuni browser, significa che devi rendere il tuo sito web adatto anche a quei browser.

Frequenza di rimbalzo

La frequenza con cui i visitatori abbandonano il tuo sito web dopo aver visualizzato una singola pagina è la frequenza di rimbalzo. Più velocemente le persone lasciano il sito Web, è negativo per il coinvolgimento e la frequenza di rimbalzo è una percentuale di visitatori che abbandonano il sito Web quasi immediatamente dopo la registrazione.

Una frequenza di rimbalzo più alta è dannosa per la SEO. Utilizzando Analytics, puoi misurare la frequenza di rimbalzo delle pagine di destinazione per sapere quali pagine hanno un rendimento scarso e puoi lavorarci sopra per migliorarle.

Percentuale di clic (CTR)

Puoi generare un rapporto Analisi delle ricerche da Google Search Console che mostra il numero di persone che fanno clic sui tuoi link nella pagina dei risultati di ricerca. Il numero espresso in percentuale è la percentuale di clic.

Il CTR riflette l'efficacia del ranking perché se il CTR è basso nonostante un ranking più alto nei risultati di ricerca, potrebbe essere che qualcosa non va nel contenuto che necessita di miglioramento per aumentarne l'attrattiva.

Un CTR basso significa che alle persone non piace il contenuto guardando la breve descrizione visualizzata nei risultati di ricerca, che impedisce loro di fare clic sul collegamento. Rendere il contenuto più gradevole può aumentare il CTR.

Puoi misurare il CTR in base alla pagina di destinazione e anche in base alle parole chiave principali che forniscono ulteriori informazioni sulle possibili aree di miglioramento.

Pagine di uscita principali

Le ultime pagine che le persone visitano prima di lasciare il sito web sono molto importanti per te perché devi tenerne traccia da vicino poiché queste pagine sono i creatori di problemi.

È giusto presumere che le persone escano dalle pagine quando perdono interesse e devi cercare di capire cosa manca nella pagina che causa interruzioni.

Una volta che conosci le prime pagine di uscita, puoi analizzare ciò che fa perdere interesse ai visitatori e lavorarci sopra per assicurarti di poter riguadagnare il terreno perso.

Andando avanti, puoi utilizzare Analytics per capire il traffico che fluisce da vari motori di ricerca come Google, Bing, ecc.

5 metriche importanti per monitorare e migliorare le prestazioni SEO by